Skip to Content

foto-inaugurazione-opera-darte
Dal tram a cavalli al Crealis … che Storia!

Data: 18 settembre 2017

E’ il titolo dell’installazione artistica che dallo scorso 27 maggio fa bella mostra di sé all’ingresso Saliceto del Parco della Zucca.

D’altronde questa installazione di memoria storica non poteva che essere collocata nella sede storica delle Tramvie bolognesi!

Far conoscere la storia del trasporto pubblico a Bologna e nel suo territorio e promuoverne l’uso consapevole soprattutto nei giovani cittadini, i quali peraltro da quest’anno scolastico usufruiscono dell’abbonamento gratuito. Questo è l’intento dell’installazione artistica, esito finale di un percorso progettuale ideato, promosso e curato dall’associazione Artecittà grazie al Patto di Collaborazione con il Quartiere Navile, e in collaborazione con l’Azienda Tper.

Il progetto, fatto proprio dall’Istituto Comprensivo 15 ed inserito nel POF (Piano di Offerta Formativa), ha impegnato da gennaio alla fine di maggio le alunne e gli alunni della classe 1^C delle Scuole medie “G. Zappa”, che hanno realizzato l’opera sotto la guida dell’artista Giuseppe Parenti, responsabile del progetto, e della decoratrice mosaicista Nadia Brandalesi, dell’associazione Artecittà.

Il percorso progettuale, tutto in orario curriculare, si è sviluppato in 4 fasi:

  • Introduzione storica e presa di conoscenza diretta della realtà aziendale Tper;
  • Riflessione e individuazione di temi da sviluppare;
  • Progettazione artistica su 4 temi individuati
  • Realizzazione pratica in laboratori esecutivi di 4 pannelli artistici decorati con tecnica mista: pittura, mosaico e scultura a bassorilievo.

I quattro pannelli sono stati poi inseriti ad arte in una struttura (progettata dal responsabile artistico, Giuseppe Parenti e da questi decorata assieme a Nadia Brandalesi), che richiama alla memoria i vecchi capannoni del deposito dei tram alla Zucca.

 

                                                                                                       CARTIGLIO

 Queste quattro opere artistiche intendono promuovere la conoscenza della storia del trasporto pubblico e la sua importanza strategica per lo sviluppo dell’area metropolitana bolognese. Esse intendono inoltre stimolare nelle nuove generazioni di cittadine e cittadini un uso consapevole del mezzo pubblico.

Cogliendo l’occasione del 140° anniversario dell’istituzione di un servizio di trasporto pubblico nella città di Bologna, questa installazione artistica di memoria storica è stata collocata proprio qui nel Parco della Zucca, sede storica dell’Azienda Tranviaria bolognese e del Deposito dei tram.

Il percorso progettuale ha visto la collaborazione di: Elisabetta Di Stefano, insegnante della classe 1^C; Annalisa Petraccaro, Vice preside dell’I.C. 15; Roberta Caldana, Azienda Tper (Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna); Roberto Amori, esperto di storia del Trasporto Pubblico bolognese; Stefano Fazzioli e Andrea Matteuzzi, dipendenti Tper; Giovanni Cuppini e Renzo Zanni, ex dipendenti Tper; Erik Montanari, Area Affari Istituzionali Quartieri e Nuove Cittadinanze del Comune di Bologna.

Un ringraziamento all’Azienda Tper e a tutte le maestranze che hanno curato il percorso di visita all’Azienda.

Un ringraziamento anche all’Istituto Comprensivo 15, che ha fatto proprio questo progetto all’interno del P.O.F. (Piano generale di Offerta Formativa), nonché agli insegnanti della classe 1^C che hanno dato la disponibilità di ore curriculari.

Le opere di decoro sono realizzate con tecnica mista: pittura, mosaico e scultura a bassorilievo.

I quattro pannelli artistici sono in Lecacem (cemento alleggerito).

Ecco i quattro temi rappresentati nei pannelli artistici e i/le loro rispettivi/e autori ed autrici:

Opera 1     “Il Gioco dell’Oca: storia del trasporto pubblico bolognese”

Il pannello intende rappresentare l’evoluzione del mezzo di trasporto pubblico nell’area metropolitana di Bologna attraverso un gioco di percorso quale il “Gioco dell’Oca”: con un ingresso, un’uscita e un zigzag all’interno delle antiche mura della città. In questo gioco le varie tappe mostrano l’evoluzione del mezzo, dal più antico a quello di ultima generazione.

Autori: Emanuela Ciobanu, Taspia Howlader, Simone Epicoco, Diego Gomez, Hassan Raheem, Cai Xu

 Opera 2     “Comodità e Sicurezza”

Il pannello intende rappresentare il confort e la sicurezza del mezzo di trasporto pubblico, mettendo in evidenza l’importanza dell’evoluzione tecnologica e dei servizi di supporto centralizzati dell’Azienda Tper.

Autori: Ilaria D’Andrea, Gianluca Danieli, Marianna Giordano, Matteo Calia, Christopher Earl, Daniele Dazzò

Opera 3     “Le Buone Regole”

Il pannello intende rappresentare il percorso corretto di comportamento, a partire dalla salita fino alla discesa dal mezzo di trasporto pubblico. Protagonista di questo percorso è un alunno della classe 1^C.

Autori: Tonaya Debnath, Sebastian Afronie, Areeb Arshad, Abdullah Muhammad, Haifa Hassine, Matteo Ye

 Opera 4     “Oggi! … Domani?”

Il pannello intende rappresentare il traffico in città. A sinistra, con prevalenza di mezzi di trasporto privato a combustibile fossile: caotico, pericoloso e inquinante, com’è oggi. A destra, con prevalenza di mezzi di trasporto pubblico ecosostenibili e mezzi di trasporto privati elettrici:  ordinato, sicuro e non inquinante … come auspicabile in un prossimo futuro.

Autori: Marco Bicego, Meng En Li, Matteo Dello Preite, Shaina Sharma, Elettra Canditi, Hao Jie Wu

 

Bologna, 27 maggio 2017



inserendo un commento permetti ad ArteCittà di riprodurre le tue parole e il tuo nome. Commenti inappropiati o irrilevanti protrebbero essere rimossi a discrezione degli amministratori. Il tuo indirizzo e-mail sarà usato solo per scopi di verifica, non sarà mai pubblicato.

Ricevi gli aggiornamenti di questo articolo: Segui Articoli (RSS)

Ricevi gli aggiornamenti sui commenti di questo articolo: RSS 2.0